Consolidamento fondazioni Imola

 In Consolidamento fondazioni

Capita molto spesso di eseguire interventi di consolidamento fondazioni nel territorio di Imola (BO).

Possiamo dire che tutto il territorio del comune di Imola (BO) mostra casistiche di dissesto, in particolare la zona verso la collina. Infatti l’Appennino e il pre – Appennino Romagnolo manifesta tutta una serie di problemi :

  • frane
  • cedimenti
  • aree in erosione di di tipo calanchivo
legate perlopiù alla natura argillosa dei terreni e spesso anche alle azioni o mancate azioni dell’uomo.
quadro fessurativo

quadro fessurativo

Anche nella zona pianeggiante del territorio di Imola, diversi fabbricati hanno negli ultimi periodi, presentato cedimenti e quindi sono stati necessari interventi di consolidamento delle fondazioni.

Consolidamento delle fondamenta a Imola: le principali cause

Escludendo i problemi legati a veri e propri movimenti franosi, la maggior parte delle opere sono legate alla presenza di strutture prive di fondamenta o comunque con fondazioni superficiali e quindi costruite su quella porzione di suolo argilloso che viene definitiva “attiva”. Infatti caratteristiche di questi terreni è quella di variare di volume in funzione delle variazioni di umidità e quindi subire cicli di ritiro e rigonfiamento stagionali con diminuzione e conseguente cedimento nel periodo secco (prevalentemente subito dopo estati siccitose) e recupero/rigonfiamento nel periodo umido/piovoso.
Questo fenomeno ben documentato e conosciuto dagli abitanti in queste aree, comporta per molte strutture il manifestarsi di quadri fessurativi con crepe diffuse sui muri, in particolare quelle perimetrali che subiscono un “respiro” continuo con aperture e chiusure stagionali. Il processo di solito non regredisce mai completamente e tende gradualmente a peggiorare se non si interviene.

Crepe nei muri e terreno argilloso nel territorio di Faenza (RA)

A peggiorare gli effetti del ritiro e rigonfiamento dei terreni argillosi ci possono poi essere varie cause:
– errori o difetti costruttivi (ad esempio quote diverse delle fondazioni o distribuzione disomogenea dei carichi)
– errata regimazione delle acque
– presenza di alberi e piante ad alto fusto che possono determinare essiccamenti localizzati
– perdita da reti fognarie o da pluviali.
I sistemi e le tecnologie per porre rimedio a questi cedimenti possono essere diversi! Vi invito a chiamare Ingegneri e Geologi SYSTAB che esamineranno il Vostro caso e potranno consigliarvi, se e dove necessario, il consolidamento fondazioni più idoneo al vostro caso.
Cristian Setti
Geologo
Post suggeriti
Inviaci un messaggio.
Sarai ricontattato entro 24 ore.