Consolidamento pavimentazioni industriali e civili

 In Suggerimenti

Spesso il consolidamento pavimentazioni, siano essere industriali, stradali o civili, non è banale! Serve infatti trovare una soluzione tecnicamente affidabile ma anche sostenibile economicamente. Perché? semplice, perché altrimenti conviene demolire e rifare la pavimentazione!

Ma facciamo un passo indietro, tutte le pavimentazioni possono subire dei cedimenti che pregiudicano il loro utilizzo in sicurezza.

Tipi di pavimentazione

Abbiamo vari tipi di pavimentazioni che si distinguono in base a:

  • destinazione d’uso
  • caratteristiche costruttive

e spesso le due cose vanno a braccetto.

Abbiamo infatti:

  • pavimentazioni industriali
  • pavimentazioni stradali
  • pavimentazioni civili
  • pavimenti domestici

aggiungere alla lista, una tipologia particolare di pavimento industriale: quello che deve sostenere macchinari di precisione. E quindi non può permettersi di subire nemmeno i cedimenti più contenuti in quanto manderebbero “fuori bolla” la macchina suddetta.

Ma perché si verifica il cedimento di una pavimentazione?

Per la mia esperienza, come spesso accade, le cause possono essere diverse:

  • assestamento del materiale di sottofondo mal costipato o realizzato con materiale non idoneo (ad es. scarti di cantiere)
  • perdite d’acqua da rotture della rete idrica o fognaria, che dilavano il materiale di sottofondo
  • cedimenti delle fondazioni che si trascinano inevitabilmente dietro anche i pavimenti (ovviamente in questo caso il cedimento del pavimento passa in secondo piano e ci si concentra sul consolidamento della struttura portante)
  • dissesti dovuti a sovraccarichi come ad esempio pesanti macchinari o stoccaggio di merci
  • traffico veicolare pesante
  • vibrazioni che determinano la compattazione del materiale di sottofondo
  • terremoti
  • frane e smottamenti (interessano spesso le sedi stradali).

Consolidamento pavimentazioni: come si può eseguire e quanto costa?

Come sempre la scelta del tipo di consolidamento dipende da caso a caso, ma in generale possiamo optare per due strada:

  • micropali precaricatiinfissione simultanea di pali precaricati
  • consolidamento con iniezione di resine espandenti

Il primo tipo di intervento è opportuno quando abbiamo un pavimento industriale con un pacchetto costruttivo sufficientemente robusto ed esigenze di stabilità importanti. Mi riferisco sostanzialmente a pavimenti che devono sostenere macchinari di precisione o che vengono sollecitati con pesi molto elevati o carichi dinamici significativi. In questi casi l’esigenza e l’importanza dell’opera che diventa strategica per la produttività dell’azienda, giustifica un intervento così impegnativo e la spesa che ne consegue.

 

Guarda questo consolidamento eseguito con Pali Precaricati!

 

Le iniezioni di resina espandente sono invece una tecnologia molto indicata per il consolidamento pavimentazioni. E’ utile per riempire vuoti e recuperare cedimenti di pavimentazioni sollevandole e riportandole in quota. Possono essere eseguite in tempi rapidi anche su superfici molto estese e spesso riescono ad avere costi vantaggiosi rispetto a qualsiasi altra opera, compresa la demolizione e il rifacimento.

Certo va fatta un’accurata analisi delle cause e degli obiettivi che ci si prefiggono: semplice stabilizzazione, riempimento di vuoti o sollevamento e livellamento.

L’ideale è affidarsi a tecnici esperti sia nella fase di indagine e diagnosi che nella fase di progettazione e preventivazione.

Siamo a disposizione per sopralluoghi e valutazioni gratuite in tutta Italia.

Cristian Setti

Geologo

Post recenti
cedimento fondazioni
Inviaci un messaggio.
Sarai ricontattato entro 24 ore.