Casa senza fondazioni: problemi e soluzioni

 In Consolidamento fondazioni

Case senza fondamenta: le fondazioni sono sempre necessarie?

La risposta è: certo che può esistere una casa senza fondazioni! O, almeno, una casa priva di quel tipo di struttura che oggi chiamiamo fondazione.

Ma facciamo un passo indietro: cosa si intende in edilizia per fondazione?

Le fondazioni di un fabbricato sono quella parte della struttura che, alla base di essa, ha il compito di:

  • assorbire le tensioni trasmesse dalla sovrastruttura
  • distribuire i carichi sul terreno
  • ancorare l’edificio al terreno.

Attualmente ci sono rigide normative che regolano la progettazione e il calcolo delle fondazioni. Lo studio delle fondazioni è complesso in quanto coinvolge la geotecnica (passando necessariamente per un’indagine geologica), la scienza delle costruzioni  e la tecnica delle costruzioni.

In passato però non era esattamente così e ci si affidava all’esperienza dell’artigiano, che il più delle volte si basava sull’esame visivo del terreno e sulla conoscenza del territorio. Inoltre eseguendo gli scavi a mano non sempre era possibile approfondire molto il piano di appoggio dell’edificio.

quadro fessurativo

Quadro fessurativo di un’abitazione

Case senza fondazioni: cosa bisogna controllare

Esistono quindi strutture, più o meno antiche, che non hanno una struttura di fondazione ma partono direttamente con la muratura, in mattoni o pietra. Questi edifici di solito hanno piani di imposta molto superficiali e per fortuna sono generalmente edifici a uno o due piani al massimo, quindi con carichi modesti.

La prima cosa che mi sento di dirvi è che non sempre questi edifici presentano dei dissesti! Infatti, capita spesso che siano costruiti su terreni estremamente stabili o addirittura su roccia. Quindi in assenza di terremoti anche una casa senza fondazioni può benissimo essere stabile e non manifestare le temute crepe nei muri!

Purtroppo non è sempre così….infatti altrettanto spesso questi edifici manifestano, anche dopo svariati anni segnali di cedimento. Appare abbastanza ovvio che non avere una struttura di fondazione in grado di contrastare movimenti differenziali del terreno, rende questo tipo di case molto più soggette a manifestare crepe e lesioni nei muri alle prime sollecitazioni negative.

Il mio consiglio è quindi quello di verificare sempre il tipo di struttura alla base di una casa, soprattutto se siete in fase di ristrutturazione. Può essere infatti la vostra unica occasione di valutare eventuali interventi di consolidamento senza dover poi demolire e ricostruire marciapiedi o pavimentazioni nuove.

Il rinforzo delle fondazioni o il consolidamento del terreno diventa poi essenziale e fondamentale nei seguenti casi:

  • si sono manifestate crepe nei muri riconducibili a cedimenti del terreno
  • sono previsti incrementi di carico come ad esempio sopraelevazioni
  • la casa si trova edificata su terreni di natura argillosa 
  • ci troviamo in zone collinari con complessa circolazione delle acque e difficoltà nella loro corretta regimazione.

I nostri Ingegneri e Geologi sono sempre a vostra disposizione per sopralluoghi e consulenze gratuite sul consolidamento delle fondazioni.

Cristian Setti

Geologo

Post suggeriti
Inviaci un messaggio.
Sarai ricontattato entro 24 ore.