Le crepe nei muri sono fenomeni in grado di allarmare chiunque, ma non tutte sono uguali: vi sono le fessurazioni che interessano il solo intonaco mentre altre si espandono in profondità e sono provocate da cedimenti degli edifici, movimenti che la struttura compie per assestare le fondazioni sulle zone più resistenti del terreno.

Riparare le crepe sui muri deve avvenire sull’origine del fenomeno in modo tale che esso non gravi più sulla stabilità dell’edificio. A tale scopo si ricorre a processi come l’inserimento di micropali pressoinfissi in acciaio e l’iniezione di resine espandenti per rendere il terreno in grado di sopportare in maniera omogenea il peso della struttura.

Le attività di consolidamento permettono infatti di garantire in via prioritaria la stabilità dell’edificio e la sicurezza di chi vi risiede, e di conseguenza di rimuovere le cause che sono alla base della formazione delle crepe nei muri.

Consolidamento delle fondazioni con resine espandenti

Le iniezioni di resine espandenti permettono di rimediare a cedimenti delle strutture di fondazione che producono le crepe sui muri. Esse vengono calibrate sulla base delle strutture per esercitare la corretta pressione di espansione e permette di ripristinare l’integrità strutturale.

Il consolidamento tramite l’iniezione di resine espandenti permette di:

  • colmare le cavità sotterranee nel terreno
  • stabilizzare le pavimentazioni
  • ripristinare il corretto appoggio della superficie fondale sul terreno
  • migliorare la capacità dei terreni di resistere a incrementi di carico, sopraelevazioni e azioni sismiche

L‘iniezione di resine poliuretaniche biocompatibili attraverso fori di 25 mm di diametro permette di colmare i vuoti sotterranei e uniformare il volume del terreno a un livello stabile, in modo che il peso della struttura venga ripartito lungo tutta la porzione interessata in maniera omogenea.
Le sostanze, iniettate in prossimità delle cavità sotto il terreno, si gonfiano andando a riempire gli spazi vuoti e aumentando la resistenza del terreno al carico da sopportare. Se non ci sono vuoti macroscopici è la pressione di rigonfiamento che compatta il terreno eliminando anche i vuoti microscopici.

Le resine possono essere a elevata densità ed a elevato potere espandente e vengono scelte in base al tipo del terreno e al carico da sorreggere.
L’iniezione di resine espandenti non richiede l’avvio di un cantiere tradizionale, e non produce materiali di risulta che impattano sull’ambiente. Queste sostanze non hanno impatto ambientale e permettono di ottenere una lunga stabilità del nodo terreno fondazioni.

Resine espandenti per crepe: meglio i micropali o le resine?

SYStab sceglie per ogni genere di dissesto la tecnologia di consolidamento più appropriata per consolidare le fondamenta in maniera efficace e duratura.

Spesso nella nostra esperienza di tecnici specializzati in consolidamenti delle fondazioni ci sentiamo chiedere: “Qual è la tecnica migliore per risolvere il problema dei cedimenti?”
Ovviamente la scelta dell’intervento di consolidamento più appropriato non è sempre la stessa e deve essere motivata da accurate indagini geotecniche e geofisiche.

Diffida quindi da chi propone sempre e solo la stessa tipologia di intervento di consolidamento.

I nostri esperti con appositi sopralluoghi determinano quali sono le fessure sui muri delle quali bisogna preoccuparsi, per distinguere le semplici fessurazioni nell’intonaco dai segnali di cedimento.

I tecnici analizzano il quadro fessurativo e individuano i punti dell’edificio soggetti a cedimento, distinguendole da quelle invece sane. I nostri ingegneri provvedono a eseguire le iniezioni di resine espandenti, verificandolo nel tempo per monitorare gli effetti sul terreno.

Le resine espandenti sono comunque una delle tecnologie più apprezzate e fra le meno invasive per consolidare le fondamenta e stabilizzare il nodo terreno. Queste tecnologie di solito non fanno uso di malte cementizie.

Possono essere utilizzate congiuntamente con i micropali pressoinfissi in acciaio per aiutare a distribuire il peso in maniera ottimale su terreni profondi e stabili.

Il sistema di consolidamento del nodo terreno fondazione con resine espandenti, entro certe condizioni, può garantire risultati definitivi ed affidabili e spesso può produrre risultati migliori di un intervento troppo localizzato con i micropali.
Le resine espandenti permettono di rendere stabile un terreno prima cedevole in maniera non invasiva, uniformando la capacità di reggere il carico portante.

I vantaggi delle resine espandenti

Systab adotta per ogni caso il genere di resina più adatto a rimediare a cedimenti differenziali.
Le resine ad alta densità permettono di riempire i vuoti e offrono elevate resistenze meccaniche. Le resine a elevato potere espandente permettono di costipare il suolo iniettando grandi quantità i miscela nella porzione da consolidare.

I vantaggi principali delle resine biocompatibili SYStab sono numerosi e comprendono:

  • cantiere a impatto zero (nessuno scavo e nessuna opera preparatoria)
  • rapidità di intervento (il cantiere medio dura due giorni)
  • costi estremamente competitivi
  • adattabilità a molti tipi di terreni, compresi quelli di tipo argilloso a
  • bassa permeabilità
  • non producono vibrazioni e materiale di risulta
  • possibilità di intervenire in maniera mirata, solo sulla porzione di edificio interessata dal dissesto, minimizzando i rischi di cedimenti differenziali con la parte non consolidata
  • possibilità di operare praticamente ovunque: in ambienti interni, interrati e in contesti difficilmente raggiungibili con qualsiasi mezzo (centri storici, insediamenti isolati in collina, ecc…)
    offre risultati duraturi

Contrariamente ad alcuni tipi di iniezioni (miscele cementizie, resine troppo rapide etc…) la tecnica di iniezione resine espandenti applicata da SYStab è efficace anche in terreni argillosi, quindi quelli a bassa o bassissima permeabilità.

Essa è quindi una valida alternativa ai micropali ed alle sottofondazioni in genere, per risolvere i cedimenti differenziali connessi con le variazioni stagionali (effetto spugna) di volume legate al ritiro e rigonfiamento di alcune argille.

iniezione di resine a densità differenziata
consolidamento fondazioni resine
fase di iniezione resine consolidanti
fase di iniezione resine
tubo iniezione resine

RIDARE SICUREZZA ALLA VOSTRA CASA È IL NOSTRO OBIETTIVO.

Inviaci un messaggio.
Sarai ricontattato entro 24 ore.