Crepe nei muri – Quali interventi per consolidare le fondamenta?

 In Consolidamento fondazioni

Purtroppo le crepe nei muri sono fenomeni più diffusi di quanto non si creda. Non si tratta necessariamente di problemi rilevanti: a volte soltanto l’intonaco viene toccato e quindi è sufficiente ripassare la superficie per fare rientrare il danno estetico. Tuttavia in altri casi ci troviamo di fronte a una vera e propria minaccia alla stabilità dell’edificio.

Crepe nei muri: quando ricorrere all’intervento di consolidamento?

Quando un edificio compie dei movimenti di assestamento per trovare un nuovo equilibrio, ciò si ripercuote sulla struttura sotto forma di trazioni, che si manifestano come crepe nelle pareti, sul soffitto o sul pavimento.
Possiamo essere di fronte a cambiamenti climatici che determinano una variazione nei livelli falde acquifere, danni alle reti idriche con conseguenti infiltrazioni d’acqua, un aggravio del carico sull’edificio, eventi sismici, lavori o traffico veicolare nei pressi dell’edificio che alterano la stabilità delle fondamenta.

Di fronte a casi del genere sicuramente non bisogna limitarsi a occultare la manifestazione del problema. Se siamo di fronte a un problema di stabilità, ciò può fare sì che smettiamo di interessarcene e che esso prosegua a espandersi indisturbato e incontrollato.
La cosa giusta da fare invece è rivolgersi a esperti geostrutturisti che sappiano valutare la situazione con gli opportuni strumenti del caso. In questo modo gli specialisti valutano la portata e l’evoluzione del fenomeno nel tempo per suggerire l’intervento di consolidamento più opportuno.

Quali interventi per consolidare le fondamenta?

Gli interventi di consolidamento a bassa invasività che consigliamo per operare un corretto consolidamento delle fondazioni sono due: l’iniezione di resine espandenti e il consolidamento con micropali pressoinfissi in acciaio.

Resine espandenti per consolidare fondazioni

Le resine espandenti sono uno dei procedimenti più diffusi e convenienti per assicurare la sicurezza delle fondamenta. Si tratta di una serie di liquidi biochimici ecocompatibili fatti scendere nel terreno per colmare i vuoti che minacciano la stabilità nelle fondamenta.
Esse vengono iniettate direttamente nel terreno al di sotto della fondazione, mediante perforazioni di 25 mm.

Le resine si gonfiano occupando gli spazi vuoti e aumentando la capacità del terreno di sopportare i carichi sovrastanti. Le iniezioni di resine espandenti possono essere eseguite a diverse profondità in modo da sopperire alle esigenze del caso e si induriscono per rinforzare le caratteristiche del terreno.

Le resine espandenti offrono diversi vantaggi:

  • estrema efficacia anche nel lungo termine
  • eco-compatibilità
  • ridotta invasività
  • esecuzione in tempi ridotti
  • possibilità di agire anche in spazi ristretti
  • assenza di materiale di risulta
  • notevole diminuzione dei cedimenti residui

Durante l’intervento, la struttura oggetto dell’intervento viene sottoposta a monitoraggio tramite livelli laser per valutare i risultati dell’intervento, successivamente anche attraverso prove penetrometriche.

Micropali pressoinfissi per consolidare fondazioni

I micropali – generalmente realizzati in acciaio S355 – permettono alle fondazioni di sostenersi più a lungo nel tempo. I pali vengono inseriti nel terreno mediante presso-infissione attraverso un martinetto idraulico. il collegamento palo-fondazione avviene servendosi delle stesse piastre in acciaio utilizzate per l’infissione. Si procede quindi con bulloni in acciaio all’accoppiamento finale piastra-palo.

I micropali presentano diversi vantaggi:

  • la portata di ciascun palo può essere verificata in corso d’opera
  • tempi di svolgimento rapidi
  • cantiere realizzabile anche in spazi ridotti
  • per ogni palo viene attuato un precarico per l’annullamento dei cedimenti primari
  • può permettere anche recupero di cedimenti di grandi dimensioni

Si tratta di procedimenti che producono pochi materiali di risulta e che quindi permettono agli inquilini di permanere nelle proprie abitazioni. Se hai delle crepe nei muri che ti spaventano, contattaci pure!

Post suggeriti
Crepe nel muro: come rimediare
Inviaci un messaggio.
Sarai ricontattato entro 24 ore.