Prezzi per il consolidamento fondazioni

 In Consolidamento fondazioni

Le crepe nei muri non ti fanno dormire tranquillo, ma l’idea di spendere per risanarle ti scombussola ancora di più?
Il consolidamento delle fondazioni è un intervento finalizzato a stabilizzare le fondamenta degli edifici che hanno subito un cedimento o movimenti che hanno condotto alla comparsa delle crepe.
Tuttavia, proprio come non tutte le crepe sono uguali, allo stesso modo il consolidamento delle fondamenta ha una diversa portata a seconda del genere e della causa del dissesto, con conseguenti costi differenti.

Contattaci per un preventivo gratuito, siamo pronti ad aiutarti!

Quali sono i prezzi per il consolidamento fondazioni

Quanto è giusto spendere per un intervento di consolidamento delle fondamenta?

I prezzi per il consolidamento fondazioni sono compresi in un range molto ampio, che dipendono dal tipo di dissesto da correggere, dalle dimensioni dell’immobile, dalla solidità e composizione del terreno.

Facciamo un passo indietro. Prima di parlare di costi del consolidamento, dobbiamo porci questa domanda:
<<Quale è il tipo di intervento più adatto a risolvere il problema della mia casa?>>

La valutazione dell’intervento di consolidamento più conveniente da mettere a punto per correggere il dissesto deve essere anzitutto di tipo tecnico e poi di tipo economico.
La soluzione tecnicamente più corretta può infatti non rivelarsi quella più conveniente da un punto di vista meramente economico.

Il prezzo degli interventi di consolidamento può dipendere dal tipo di problema alla base del degrado delle fondazioni come:

  • movimenti del suolo dovuti a frane, sismi, ecc.
  • abbassamento o innalzamento delle falde acquifere dovuto a siccità, intense precipitazioni concentrate, rotture di tubazioni idriche e fognature
  • vibrazioni prodotte da traffico veicolare, scavi o costruzioni di edifici nelle vicinanze della casa
  • accrescimento del carico superiore alla capacità portante del terreno

A seconda del problema che provoca la comparsa delle crepe, può essere opportuno svolgere interventi come inserimento di micropali pressoinfissi (pali inseriti nel terreno per stabilizzare le porzioni di terreno che stanno cedendo) e iniezioni di resine chimiche espandenti (sostanze che si gonfiano nel terreno solidificandosi e stabilizzando le fondazioni).

Gli esperti geoedili e geotecnici si occupano di inquadrare tutti gli aspetti della situazione da correggere:

  • la portata della problematica che interessa l’immobile
  • le cause del dissesto
  • le soluzioni più appropriate e i relativi pro e contro

Prendiamo un esempio.
Un edificio antiquato dal valore economico contenuto potrebbe richiedere interventi di consolidamento troppo costosi rispetto all’effettivo valore abitativo dell’immobile, senza contare eventuali interventi straordinari che possono rendersi necessari in seguito, rendendolo di fatto poco conveniente seppure appropriato un intervento esteso come il consolidamento con micropali pressoinfissi in acciaio.
In un caso del genere risulta più conveniente procedere con la demolizione e ricostruzione l’edificio, oppure applicare soluzioni migliorative in grado di donare maggiore stabilità e sicurezza ma dai costi più ridotti rispetto a quelli del consolidamento delle fondamenta.

Quanto costa consolidare le fondazioni

Gli esperti strutturisti di Systab studiano interventi mirati per donare una nuova stabilità alle fondamenta. Per esempio, in casi di dissesti non gravi può essere più conveniente procedere con iniezioni di resine espandenti piuttosto che con interventi di micropali che sono indubbiamente più costosi siccome di norma devono essere applicati all’intera area delle fondazioni dell’edificio.

Il prezzo del consolidamento delle fondamenta varia a seconda del tipo di intervento effettivo messo a punto. I micropali pressoinfissi permettono di raggiungere la profondità del terreno e di donare un’aggiuntiva solidità per reggere il peso della costruzione. Si tratta di un intervento più esteso e che pertanto comporta un costo maggiore, ma che si rivela più appropriato per correggere problemi di stabilità più accentuati che altrimenti richiederebbero ulteriori interventi in seguito.

Le resine espandenti permettono di ottenere una resistenza superiore ai carichi trasmessi dalla struttura: attraverso dei piccoli fori nel terreno e nelle fondazioni vengono pompate nel sottosuolo, dove si espandono e colmano le cavità sotterranee costipando il terreno. Si tratta di un procedimento meno invasivo e più economico rispetto ai micropali, più indicato per correggere dissesti più lievi, ma inappropriato per cedimenti che interessano vaste aree di terreno.

Inoltre alcuni preventivi di consolidamento fondazioni hanno prezzi “di facciata” che non sono reali in quanto non sono comprensivi di tutte le spese che realmente comportano.

Un intervento di sottofondazione, ad esempio, può costare apparentemente meno di un intervento con iniezione di resine, ma comporta dei costi nascosti legati a:

  • demolizione e ricostruzione pavimenti (esterni o interni) da effettuare
  • imprevisti che possono verificarsi dovuti alla mancata conoscenza della geometria fondale, dei materiali costruttivi e del loro stato di conservazione (per esperienza, possiamo dire che questa condizione in strutture antiche, fa lievitare i costi 9 volte su 10)
  • il periodo in cui la casa o l’ambiente di lavoro non sono più accessibili a causa di un cantiere invasivo. Questo comporta dei costi indiretti di consolidamento legati al fatto di dover trovare nuovi ambienti dove lavorare o trasferirsi temporaneamente.

Cristian Setti
Geologo

Post suggeriti
Inviaci un messaggio.
Sarai ricontattato entro 24 ore.