comportamento-sismicodi edifici con fondazioni insufficienti o assenti.

Gli edifici si ammalano proprio come gli esseri umani. Se nell’uomo i sintomi possono essere la febbre, i dolori ed il pallore, nelle strutture le “malattie” si manifestano con crepe, scricchiolii, macchie di umidità.

Un edificio sano può meglio sopportare anche eventi estremi come può essere un sisma. E’ quindi importante eseguire gli interventi di manutenzione prima che le problematiche si aggravino troppo e tenendo presente che ogni opera , se ben fatta, contribuisce a mantenere in sicurezza l’edificio anche in vista di possibili catastrofi naturali.

Il consolidamento delle fondazioni va quindi visto non  come un intervento da eseguire solo in presenza di lesioni e danni strutturali che comportano pericoli per la stabilità ma ben prima, proprio per evitare che questi segnali di allarme diventino qualcosa di più pericoloso. Una casa con fondazioni stabili e priva di crepe nei muri e fessurazioni, potrà meglio sopportare ogni sollecitazione compreso il terremoto ed i suoi effetti sul terreno (ad es. liquefazione delle sabbie).

Gli interventi  proposti da SYSTAB con iniezioni e micropali rientrano tra quelli che il DM 14 gennaio 2008 “Norme tecniche delle costruzioni“ cap 6.10 + circolare 2 febbraio 2009 n° 617 C.S.LL.PP. “istruzioni per l’applicazione delle ‘nuove norme tecniche per le costruzioni’ di cui al DM 14 gennaio 2008”  ritiene idonei come interventi di adeguamento sismico degli edifici.

CHIAMACI PER UNA VALUTAZIONE ED UN PREVENTIVO GRATUITO SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE

 

Inviaci un messaggio.
Sarai ricontattato entro 24 ore.