Consolidamento fondazioni Pesaro

 In

Succede di frequente di eseguire interventi di consolidamento fondazioni nella provincia di Pesaro e Urbino.

Buona parte del territorio infatti presenta casistiche di dissesto, in particolare la parte interna collinare. Infatti l’Appennino Umbro – Marchigiano manifesta tutta una serie di problematiche:

  • frane
  • forme erosive di tipo calanchivo
legate alla natura argillosa dei terreni ed anche all’azione o al difetto di azione dell’uomo.
Per questo nella provincia di Pesaro e Urbino, varie strutture, più o meno recenti, hanno negli ultimi anni presentato cedimenti con crepe nei muri e quindi sono stati eseguiti interventi di consolidamento delle fondazioni. Togliendo i problemi dovuti a veri e propri movimenti franosi, la maggior parte delle opere sono legate alla presenza di fabbricati privi di fondazioni o comunque con fondamenta molto superficiali e quindi posate su quella porzione di terreno che viene definitiva “attiva”. Infatti proprietà di questi terreni è quella di variare di volume in funzione delle variazioni di umidità e quindi subire ritiri e rigonfiamenti stagionali con diminuzione e conseguente cedimento nel periodo siccitoso (prevalentemente a fine estate) e recupero/rigonfiamento nel periodo umido/piovoso invernale.
Questo tipo di movimento, molto ben conosciuto da chi abita in queste zone provoca spesso il manifestarsi di quadri fessurativi con crepe diffuse sulle murature, in particolare quelle esterne che subiscono un continuo respiro, con aperture e chiusure stagionali delle fessurazioni. Il fenomeno descritto, di solito non si assesta mai completamente e tende gradualmente a peggiorare se non si interviene consolidando terreno e fondazioni.
A peggiorare gli effetti del ritiro e rigonfiamento delle argille ci sono speso varie cause aggiuntive come:
– presenza di alberi ad alto fusto che possono determinare picchi di essiccamento localizzati
– mancata raccolta delle acque
– perdita da pluviali o da reti fognarie
– errori o difetti costruttivi (ad esempio quote diverse delle fondazioni o distribuzione non omogenea dei carichi).
I metodi per porre rimedio a questi dissesti non mancano e vi invito quindi a contattare i Tecnici SYSTAB che esamineranno il Vostro caso e potranno proporvi, se e dove necessario, il consolidamento più indicato al problema in esame.
Cristian Setti
Geologo
Recommended Posts
Come correggere cedimenti differenziali e crepe nel muroCrepa con fessurimetro - Rimuovere crepe sulle pareti
Inviaci un messaggio.
Sarai ricontattato entro 24 ore.